• Oggi è: mercoledì, Gennaio 23, 2019

Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC) per il 2017 – Scadenza: 15 Dicembre 2016

29/Novembre/2016

Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC) per il 2017

 

TITOLO BANDO

Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC) per il 2017.

Scadenza: 15 Dicembre 2016

 

PROGRAMMA DI RIFERIMENTO

Commissione Europea – DG Agricoltura e Sviluppo Rurale

 

DESCRIZIONE

Il bando ha come obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito all’importanza del sostegno dell’UE all’agricoltura e allo sviluppo rurale attraverso la PAC e collaborare con gli stakeholder (soprattutto gli agricoltori e gli altri soggetti attivi nelle zone rurali) perché possano comunicare meglio la PAC alle loro circoscrizioni e al pubblico in generale. Per il 2017 le azioni dovranno illustrare come la PAC contribuisca a realizzare le priorità politiche della Commissione. In particolare le proposte dovrebbero comprendere il contributo dato dalla PAC per:
– promuovere l’occupazione, la crescita e gli investimenti nelle zone rurali e il mantenimento di comunità rurali vitali in tutta l’UE,
– realizzare gli obiettivi definiti nell’ambito del quadro UE 2030 per il clima e l’energia, soprattutto relativamente al ruolo potenziale per l’agricoltura e le foreste nel quadro delle misure per l’attenuazione dei  cambiamenti climatici dell’adattamento ad essi,
– conseguire l’obiettivo di una produzione agricola sostenibile che risponda alla duplice esigenza di assicurare la sicurezza alimentare e la protezione dell’ambiente rurale, anche per quanto concerne la qualità e la quantità dell’acqua
– garantire un giusto compenso agli agricoltori della catena agroalimentare al fine di mantenere la redditività della produzione agricola europea e il futuro delle aziende familiari.

L’attuazione delle azioni di informazione deve avvenire indicativamente fra il 1° maggio 2017 e il 30 aprile 2018.

 

CHI PUO’ PARTECIPARE

Organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche);
Autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali);
Associazioni europee;
Università;

Istituti di insegnamento;
Centri di ricerca;
Società (ad esempio, società di mezzi di comunicazione).

PAESI AMMISSIBILI

UE 28

 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO 

Il contributo comunitario previsto per il progetto è di 500.000 di euro. Progetti inferiori a 70.000 euro non saranno prese in considerazione.

DOCUMENTAZIONE UTILE

Pagina web dedicata al bando