• Oggi è: sabato, dicembre 15, 2018

Comunicato EUROSTAT sul grado di soddisfazione degli abitanti delle città europee

14/settembre/2016

L’Eurostat ha pubblicato uno studio statistico sulla qualità della vita nelle città dell’UE, che analizza le opportunità e le sfide delle città europee, comprese quelle dei Paesi candidati e dei Paesi EFTA. Lo studio, “Urban Europe: Statistics on Cities, Towns and Suburbs, 2016”, prende in esame la città come polo di sviluppo economico, sociale e ambientale, attraverso alcuni temi fondamentali quali la grandezza e la distribuzione degli agglomerati urbani, la prevalenza delle città capitali e le città ‘verdi’ e ‘smart’.

Il punto di partenza è il cosiddetto “paradosso urbano”: le città europee sono spesso motori di occupazione, creazione di ricchezza e innovazione, incentivo ai consumi, ma allo stesso tempo vivono sulla propria pelle ineguaglianze sociali, povertà e criminalità crescenti. La seconda parte dell’analisi Eurostat, infatti, considera l’impatto della vita in città sulla soddisfazione dei suoi abitanti. Con quasi tre quarti della popolazione europea che vive nelle aree urbane, capire la situazione abitativa, l’andamento del mercato del lavoro, l’esclusione sociale, le condizioni di vita dei cittadini di origine straniera permette di avere un quadro completo delle città europee allo stato attuale.

Nelle 18 capitali europee, nove cittadini su dieci si dichiarano soddisfatti della vita in città. Vilnius guadagna il posto di città più ‘felice’, mentre Atene e Roma registrano i più alti tassi di insoddisfazione tra gli abitanti europei. Tuttavia, rispetto al 2012, il grado di soddisfazione della vita in città è notevolmente aumentato ad Atene, Budapest, Riga, Vilnius, Bratislava, Brussels; è leggermente diminuito, invece, ad Amsterdam, Berlino, Parigi, Helsinki e Lisbona.

Corina Creţu, Commissaria europea per la politica regionale, ritiene particolarmente importante quest’ultimo studio Eurostat, in qualità di elemento guida per le prossime politiche urbane dell’UE. “Queste statistiche ci aiutano a identificare le sfide in cui si imbattono i nostri cittadini ogni giorno e a trovare nuove piste per soluzioni comuni”.

Sabrina Iannazzone

Stagista presso il Parlamento europeo (Bruxelles)

Trainee at the European Parliament (Brussels)